Intervista a mister Deri

Alessandro Deri, classe 1981, un passato da attaccante in diverse società tra cui San Gimignano, Volterra e Certaldo. Com’era Deri calciatore?

Ero una prima punta un po’ atipica. Mi piaceva andare in profondità; non ho fatto tantissimi gol ma ho sempre giocato per la squadra e fatto assist; mi sono comunque tolto anche qualche bella soddisfazione.

Come allenatore, precedenti esperienze a Certaldo e Gambassi: hai un modulo di gioco che preferisci, adatti il gioco alla squadra avversaria di turno o che?

Ho una mia idea, un mio modulo ma soprattutto devo cercare di mettere i ragazzi in campo in condizioni tale da essere il più possibile pericolosi e il più possibile organizzati.

Al momento la squadra è ancora in costruzione e sono passati pochi giorni dall’inizio della preparazione con molti giovani in rosa.

Stiamo lavorando bene, cercando di mettere ordine alle idee e preparare i ragazzi a questo campionato, soprattutto quelli giovani che già da sabato avranno l’opportunità di mettersi in mostra; i ragazzi sono disponibili e dimostrano voglia di lavorare; sicuramente comunque ci saranno degli innesti.

Sabato c’è il primo impegno in amichevole contro la Cuoiopelli, cosa ti aspetti?

È una opportunità, come dicevo, per i giovani di dimostrare quello che valgono e che possono stare bene in prima squadra.

Un messaggio ai tifosi della Colligiana?

Dateci una mano. Abbiamo bisogno di loro, sanno benissimo quali sono le caratteristiche di questa squadra e quale campionato può venire fuori anche se secondo me qualche sorpresa ci può essere; quindi fiducia e supporto a questa squadra che si sta impegnando e si impegnerà al massimo.